Ultime news Archivio news
Norme sul collegio sindacale, nota interpretativa del Consiglio nazionale
Per i commercialisti il collegio sindacale resta obbligatorio anche per le Srl di maggiori dimensioni e i collegi in carica non decadono con le nuove disposizioni

Collegio sindacale obbligatorio anche nelle Srl più grandi. E’ la principale indicazione che emerge dalla nota interpretativa messa a punto dal Consiglio nazionale dei commercialisti, intitolata “La disciplina del collegio sindacale e del sindaco unico nelle s.p.a. e nelle s.r.l.”. Secondo i commercialisti,  visto il rinvio operato dall’art. 2477 comma 5 c.c. alle disposizioni sulle società per azioni, si può affermare che la nuova previsione sulla composizione dell’organo di controllo delle spa si applica anche alle Srl. Se si è in presenza di organo di controllo obbligatorio, scrivono in sostanza i commercialisti, e se i ricavi o il patrimonio netto sono uguali o superiori a un milione di euro, il controllo deve essere svolto dal collegio sindacale e non dal sindaco unico. Se il patrimonio netto o i ricavi della srl sono invece inferiori alla soglia prevista dall’art. 2397 ultimo comma c.c., l’organo di controllo può essere monocratico, ma solo se statuto lo prevede espressamente.

Altra indicazione importante contenuta nella nota è quella riguardante la decorrenza delle nuove norme. La durata triennale di un collegio sindacale, si sottolinea nel documento, è inderogabile e l’entrata in vigore della legge di stabilità, prevista per  i1° gennaio 2012, quindi,  non avrà effetti sui collegi sindacali in carica.

La nota interpretativa APRI ALLEGATO
Condividi su:      

© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialisti.it  | credits