Piccoli e medi studi professionali, tradotta la guida dell’Ifac
Il documento è un supporto per i professionisti che intendono affrontare l’attività di revisione legale

Un valido supporto per i professionisti che intendono affrontare l’attività di revisione legale in maniera conforme ai principi internazionali ISA, consentendo di implementare le prescrizioni internazionali in materia di controllo della qualità dell’attività di revisione in maniera semplice ed efficace, anche nella realtà dei piccoli e medi studi. E’ la “Guida al controllo della qualità nei piccoli e medi studi professionali” dello Small and Medium Practices Committee dell’International Federation of Accountants (IFAC), ora disponibile in italiano nella versione predisposta dall’ufficio traduzioni del CNDCEC .

Al fine di garantire la qualità del lavoro di revisione, i Principi Internazionali di Revisione ISA richiedono l’adozione da parte del revisore di un sistema di qualità equivalente alle prescrizioni dello standard ISQC1. La Guida consente di realizzare un sistema di qualità conforme ad ISQC1, in maniera proporzionata alle esigenze ed alle risorse di studi professionali di ridotta dimensione. L’esposizione della materia, semplice ed efficace, è riferita alle caratteristiche degli studi professionali piccoli e medi. La Guida è inoltre corredata da pratici modelli di manuali di controllo qualità, pensati per le esigenze di studi professionali anche composti da un solo professionista. 

Scarica la guida APRI ALLEGATO
Condividi su:      

© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialisti.it  | credits